I pigmei Aka e il loro canto polifonico

World

I pigmei Aka e il loro canto polifonico

I pigmei Aka del sud-ovest della Repubblica Centrafricana hanno sviluppato una tradizione vocale particolare: una forma complessa di polifonia contrappuntistica a quattro voci eseguita dai membri della comunità. La musica e la danza sono parte integrante dei rituali Aka tra cui le cerimonie che accompagnano l’inaugurazione dei nuovi accampamenti, della caccia e dei funerali. A differenza della polifonia colta basata sulla notazione scritta, la tradizione vocale dei pigmei Aka permette l’espressione e l’improvvisazione spontanea.

L’importanza del cerchio all’interno della tradizione dei pigmei Aka

La figura del cerchio accompagna i rituali dei pigmei Aka, costruendo danze e movenze dialogando con il centro. Al centro i facilitatori sono generalmente musicisti, i quali determinano non solo la coordinazione ritmica-musicale del gruppo ma effettuano lanci ritmici che permettono di dare spazio a solisti che rafforzano l’immagine rituale.

I canti sono generalmente accompagnati da vari strumenti a percussione e a corde in modo specifico per ogni singola circostanza. I più utilizzati sono il lenzeko, un tamburo locale, il geedale-bagongo, una sorta di arpa, e la mbela, un arco a una corda.

I canti trasmettono conoscenze considerate essenziali per la coesione del gruppo e la conservazione dei valori della comunità. Le danze sono accompagnate dal battito di mani. Alcune vengono eseguite da uomini, altri da coppie miste o da solisti. Basandosi esclusivamente sulla trasmissione orale, i pigmei Aka hanno conservato le conoscenze della loro comunità grazie al coinvolgimento dei bambini in tutti i rituali sin dalla più tenera età.

Lo stile di vita dei pigmei Aka ha subito profondi sconvolgimenti in seguito ai recenti cambiamenti nella Repubblica Centrafricana.
La deforestazione, insieme all’avvento del turismo sono tra i principali fattori che hanno determinato la graduale scomparsa di molti dei loro costumi, riti e tradizioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *